mercoledì 25 maggio 2016

Istantanee dalla Corsica

Di ritorno dallo scambio in Corsica ecco i primi commenti a caldo.




"Mi è piaciuto molto il gioco fatto venerdì in giro per Bastia, perché non pensavo che la città fosse così bella"
Luca A.



"Mi è piaciuto fare il gioco venerdì, perché è stato un modo più simpatico per conoscere Bastia"
Mattia T.



"Mi è piaciuta l'uscita a Bonifacio, anche se non siamo andati all'isola Lavezzi. Mi è piaciuto visitare la cittadella, questo viaggio è stato un modo per conoscere nuove città."
Rachele F.



"Le uscite che abbiamo fatto con i ragazzi francesi sono state molto interessanti e divertenti. Abbiamo potuto confrontarci con altre tradizioni, culture e abitudini di vita. Abbiamo conosciuto moltissime persone, ragazzi e ragazze che non avevo mai visto prima."
Rachele R.

"La fiducia che i professori ci hanno dato quando andavamo in giro con i corrispondenti mi ha fatto sentire molto indipendente e adesso ho un po' più di fiducia in me."
Riccardo R.



"Ho legato molto con la mia corrispondente e anche con altri ragazzi francesi che mi hanno aiutato quando ero triste"
Nicola S.

"Mi dispiace molto che una ragazza francese sia stata male e non abbia potuto trascorrere una delle giornate con noi"
Riccardo Z.

"Mi è piaciuto il fatto che abbiano provato a cucinare i piatti del nostro paese, perché così abbiamo potuto dare consigli sulla preparazione"
Rachele F.

" Mi è piaciuto usare il francese anche fuori dalla scuola, perché non pensavo che mi potesse servire."
Patrick A.



"Secondo me la gita doveva durare due o tre giorni in più e spero che la mia amicizia con i francesi non finisca qui, perché tengo davvero molto a loro, come loro a me."
Nicola S.

giovedì 12 maggio 2016

Alle fronde dei salici di S. Quasimodo illustrata dai ragazzi della 3B di Orta

I ragazzi della 3B si sono cimentati questa volta con l'illustrazione della poesia di S. Quasimodo Alle fronde dei salici

E come potevamo noi cantare
con il piede straniero sopra il cuore,
fra i morti abbandonati nelle piazze
sull’erba dura di ghiaccio, al lamento
d’agnello dei fanciulli, all’urlo nero
della madre che andava incontro al figlio
crocifisso sul palo del telegrafo?
Alle fronde dei salici, per voto,
anche le nostre cetre erano appese,
oscillavano lievi al triste vento.










Autori: Babù, Teo leo, Luca02, Aurora, Mattia13

giovedì 7 aprile 2016

Le poesie di Ungaretti illustrate e tradotte in francese – Parte seconda

FRATELLI



VEGLIA



SAN MARTINO DEL CARSO


MATTINA



PELLEGRINAGGIO


ALLEGRIA DI NAUFRAGI



Mi raccomando, cliccate sulle immagini per vederle ingrandite!

Da prof ci tengo a dire che questo lavoro non è stato per niente facile per i ragazzi. Gli italiani e i francesi si conoscevano da poco, l'argomento era nuovo per tutti e il tempo a disposizione limitato. Hanno lavorato in piena autonomia. Hanno ragionato sulle poesie, si sono confrontati tra loro per arrivare a una traduzione condivisa e hanno discusso e ragionato sull'illustrazione. Tutti quanti hanno portato il proprio contributo e tutti gruppi hanno terminato il lavoro prima del tempo stabilito (così siamo potuti uscire per prendere un gelato)

GRAZIE A TUTTI I RAGAZZI PER L'IMPEGNO E LA SPLENDIDA ESPERIENZA

Autori dei due post: Patrik, Luca, Marta, Naila, Rachele F., Alessandro, Balla, Irene, Mattia, Rachele R., Riccardo R., Nicola, Mattia M., Mattia T., Aurora, Matteo, Riccardo, Oriane, Lina, Gianni, Mélanie, Paul-Mathieu, Joe, Laura, Océanie, Pierre Antoine, Estelle, Jules e Lucas

martedì 5 aprile 2016

Le poesie di Ungaretti illustrate dai ragazzi di Orta e di Bastia (Corsica)

I ragazzi delle classi terze di Orta san Giulio stanno facendo uno scambio con gli studenti di Bastia (Corsica - Francia). Insieme hanno letto, tradotto e illustrato le poesie di Giuseppe Ungaretti. Un lavoro che hanno svolto in totale autonomia.




Questi sono solo i primi dei lavori realizzati, presto ne arriveranno altri.
Tutti i ragazzi hanno lavorato con impegno, sforzandosi di capire e di tradurre il testo per poi arrivare a un progetto grafico comune.

giovedì 3 marzo 2016

La Pioggia nel pineto illustrata dai ragazzi della IIIB di Orta

Taci. Su le soglie
del bosco non odo
parole che dici
umane; ma odo
parole più nuove
che parlano gocciole e foglie
lontane.
...


piove su i nostri volti
silvani,
piove su le nostre mani
ignude,
su i nostri vestimenti
leggeri
...


Piove su le tue ciglia nere
sìche par tu pianga
ma di piacere; non bianca
ma quasi fatta virente,
par da scorza tu esca.
...


tra le pàlpebre gli occhi
son come polle tra l'erbe
...


...la favola bella
che ieri
m'illuse, che oggi t'illude,
o Ermione.


Disegni di: Aurora, Rache F., Babù, Vì, Teo Leo e Felì

giovedì 18 febbraio 2016

X AGOSTO di Pascoli illustrata dai ragazzi della IIIB


San Lorenzo, io lo so perché tanto
di stelle per l'aria tranquilla
arde e cade, perché sì gran pianto
nel concavo cielo sfavilla.



Ritornava una rondine al tetto:
l'uccisero: cadde tra spini:
ella aveva nel becco un insetto:
la cena de' suoi rondinini.



Ora è là, come in croce, che tende
quel verme a quel cielo lontano;
e il suo nido è nell'ombra, che attende,
che pigola sempre più piano.


Anche un uomo tornava al suo nido:
l'uccisero: disse: Perdono;
e restò negli aperti occhi un grido:
portava due bambole in dono...
Ora là, nella casa romita,
lo aspettano, aspettano in vano:
egli immobile, attonito, addita
le bambole al cielo lontano.

E tu, Cielo, dall'alto dei mondi
sereni, infinito, immortale,
oh! d'un pianto di stelle lo inondi
quest'atomo opaco del Male!


Illustrazioni di: Felì, Aurora, Luca02, Ale2002, Babù, Mattia13