mercoledì 25 maggio 2016

Istantanee dalla Corsica

Di ritorno dallo scambio in Corsica ecco i primi commenti a caldo.




"Mi è piaciuto molto il gioco fatto venerdì in giro per Bastia, perché non pensavo che la città fosse così bella"
Luca A.



"Mi è piaciuto fare il gioco venerdì, perché è stato un modo più simpatico per conoscere Bastia"
Mattia T.



"Mi è piaciuta l'uscita a Bonifacio, anche se non siamo andati all'isola Lavezzi. Mi è piaciuto visitare la cittadella, questo viaggio è stato un modo per conoscere nuove città."
Rachele F.



"Le uscite che abbiamo fatto con i ragazzi francesi sono state molto interessanti e divertenti. Abbiamo potuto confrontarci con altre tradizioni, culture e abitudini di vita. Abbiamo conosciuto moltissime persone, ragazzi e ragazze che non avevo mai visto prima."
Rachele R.

"La fiducia che i professori ci hanno dato quando andavamo in giro con i corrispondenti mi ha fatto sentire molto indipendente e adesso ho un po' più di fiducia in me."
Riccardo R.



"Ho legato molto con la mia corrispondente e anche con altri ragazzi francesi che mi hanno aiutato quando ero triste"
Nicola S.

"Mi dispiace molto che una ragazza francese sia stata male e non abbia potuto trascorrere una delle giornate con noi"
Riccardo Z.

"Mi è piaciuto il fatto che abbiano provato a cucinare i piatti del nostro paese, perché così abbiamo potuto dare consigli sulla preparazione"
Rachele F.

" Mi è piaciuto usare il francese anche fuori dalla scuola, perché non pensavo che mi potesse servire."
Patrick A.



"Secondo me la gita doveva durare due o tre giorni in più e spero che la mia amicizia con i francesi non finisca qui, perché tengo davvero molto a loro, come loro a me."
Nicola S.

giovedì 12 maggio 2016

Alle fronde dei salici di S. Quasimodo illustrata dai ragazzi della 3B di Orta

I ragazzi della 3B si sono cimentati questa volta con l'illustrazione della poesia di S. Quasimodo Alle fronde dei salici

E come potevamo noi cantare
con il piede straniero sopra il cuore,
fra i morti abbandonati nelle piazze
sull’erba dura di ghiaccio, al lamento
d’agnello dei fanciulli, all’urlo nero
della madre che andava incontro al figlio
crocifisso sul palo del telegrafo?
Alle fronde dei salici, per voto,
anche le nostre cetre erano appese,
oscillavano lievi al triste vento.










Autori: Babù, Teo leo, Luca02, Aurora, Mattia13